Dalla Regione In evidenza

Intervista a P. Andrea Melis, Presidente Fidae Liguria

P. Andrea Melis con il Card. Bagnasco ed il dott. Enrico Mignacco

A margine del primo incontro di formazione della Fidae, abbiamo rivolto qualche domanda a Padre Andrea Melis, per meglio comprendere il ruolo della Federazione nel mondo della scuola, e per capire, all’inizio del nuovo anno scolastico, quali sono le sfide da affrontare con più urgenza.

Quale importanza riveste la Fidae per gli istituti paritari?

La Fidae è un ente non solo formativo, ma è un ente che tutela gli istituti paritari, riconosciuti. In particolare, la Fidae persegue il diritto della libera scelta educativa delle famiglie, e quindi la parità scolastica.

In base alla sua esperienza, quale è lo stato di salute della scuola paritaria a Genova oggi?

La scuola paritaria sta soffrendo. A parte i piccoli contributi statali, molte scuole non riescono a reggersi autonomamente. Le rette vengono utilizzate per il pagamento degli insegnanti e delle spese. La carenza di personale religioso, inoltre, fa sì che si debbano aumentare le assunzioni fra il personale laico.

Quale è il valore aggiunto dato dalla scuola paritaria?

Al di là dei programmi ministeriali, nella scuola paritaria l’obiettivo fondamentale è la formazione dell’uomo alla luce dell’umanesimo cristiano. Come Fidae, il programma formativo predisposto per quest’anno mette al centro il nuovo linguaggio multimediale e le nuove tecnologie… È un tema a noi molto caro. L’anno scorso abbiamo affrontato il tema del bullismo. Quest’anno abbiamo pensato che è necessario, per i docenti, essere formati ai nuovi linguaggi usati dai giovani, e conoscere meglio gli strumenti tecnologici che essi usano, e che sono sempre più diffusi.

Quale è il cammino della Fidae per quest’anno?

Tappa fondamentale per tutta la scuola paritaria è l’appuntamento del 13 maggio in San Lorenzo. Lo scorso anno 5.000 persone hanno partecipato per dire sì alla libertà educativa e alla scuola paritaria. Speriamo che anche quest’anno le presenze siano altrettanto numerose. F.D.P.

Leave a Comment